springe direkt zum inhalt


Perchè massima efficienza?

Proprio secondo i piani: carico e scarico ottimali

Carico; scarico

Il procedimento di carico e scarico è elementare per uno sfruttamento efficiente ed economico dell'accumulatore di calore:

Solo caricando e scaricando "inel modo giusto" l'energia termica, si riesce a sfruttare al massimo la capacità dell'accumulatore (a seconda del volume dell'accumulatore) - e si possono tenere in considerazione i diversi livelli di temperatura ottimali dei generatori e delle utenze.

Esempio: il ritorno del calorifero viene nuovamente stratificato da OSKAR e utilizzato nuovamente in caso di necessità.

 

Vai all' animazione

 

 

 

Accumulo intelligente

Non importa da dove arriva il calore e che temperatura ha, OSKAR lo accumula in modo simile ad una batteria - come una "batteria di calore".

Così la relativa energia viene stratificata nella giusta zona di temperatura conformemente alla sua temperatura.

Il principio:

l'acqua calda a 40 gradi da collettori solari in una giornata "nuvolosa" viene stratificata nella zona a 40 gradi,

senza mescolarsi allo strato caldo a 70° del precedente giorno di sole e senza raffreddarlo, cioè senza sprecare preziosa energia con temperatura elevata.

Questo principio naturalmente è valido con OSKAR non solo per impianti solari, ma anche per stufe a legna e di maiolica, pompe di calore, caldaie etc. OSKAR permette ad ogni generatore di calore di raggiungere lo stato di esercizio ideale, perché OSKAR accumula queste energie nei rispettivi strati di temperatura quasi senza perdite, fino a che possono essere sfruttate in modo intelligente.

L'energia viene portata dall'acqua di riscaldamento disponibile, che però attraverso OSKAR dispone di un volume notevolmente più grande.

Distribuzione intelligente

Appena è necessaria l'energia per il riscaldamento o per riscaldare l'acqua sanitaria, OSKAR fornisce - dalla zona di temperatura corrispondente - esattamente il calore necessario. Non di più, non di meno, non più caldo, non più freddo. L'eccedenza dell'impianto, per esempio dal ritorno del calorifero, viene nuovamente stratificata da OSKAR e riutilizzata in caso di necessità.